Conclusione laboratorio Unipa

Vai ai contenuti

Conclusione laboratorio Unipa

Gianfranco Gioia
Pubblicato in News · 21 Gennaio 2024
Si è concluso, ieri 20 gennaio 2024, il laboratorio 4 "Didattica delle educazioni e dell'area antropologica" per l'8° ciclo dei Corsi di Specializzazione per le attività di sostegno. Ottima la qualità dei lavori realizzati dai corsisti in un clima di grande partecipazione ed impegno.
Qui di seguito le "impressioni" lasciate dai corsisti:

Questo laboratorio mi ha dato l’opportunità di rappresentare una tematica importante come il razzismo ed assistere a quelle dei colleghi. Ritengo che altresì importante sia stato il lavoro di gruppo che ho realizzato per la prima volta e che sicuramente mi servirà da spunto per ulteriori lavori futuri.  

Il laboratorio 4 è stato un grande successo! Finalmente un'attività diversa che mi ha permesso di acquisire nuove competenze e abilità. Molto interessante la collaborazione con i colleghi! Grazie di tutto.

Questo laboratorio è stata un'esperienza davvero Unica sorprendente e coinvolgente. I punti di forza sono stati lo stimolare la creatività, creando un ambiente accogliente e inclusivo, consentendo a ciascun partecipante di esprimersi liberamente. Grazie Professore

Quest'ultimo incontro ha dato la possibilità di affrontare tematiche sensibili e profonde, riyettendo e mettendoci indiscussione anche attraverso la messa in scena. Inoltre ho apprezzato la sincerità che il docente ha mostrato e gli spunti riyessione che ha condiviso con tutto il gruppo classe.

Questo laboratorio mi ha fatto ricordare come sia possibile organizzare il lavoro a scuola e condurlo avendo come obiettivo quello di tenere sempre accesa la spia dell'interesse, della curiosità e della motivazione degli alunni.Fare scuola ricorandosi che è anche bene alzarsi dalle sedie e mettersi in gioco, imparando cos'è la cultura e che noi tutti ne facciamo parte come attori!

La proposta delle attività svolte durante il corso è stata molto interessante. Ha favorito la conoscenza di nuove applicazioni per attività riproponibili ad un gruppo classe della scuola secondaria e ha dato importanti spunti per la realizzazione delle consegne richieste. Queste ultime sono state stimolanti e l'ultima, in particolare, sorprendente. Avere svolto più attività ha reso il corso veramente piacevole da seguire; il tempo in aula è stato produttivo ed è trascorso velocemente. Forse l'ultima consegna, essendo stata la più impegnativa, avrebbe richiesto più tempo per la realizzazione quindi probabilmente suddividerla in due incontri sarebbe stato meglio (ad esempio, penultima consegna collegata o accessoria alla rappresentazione finale).Grazie di tutto :)

Fra i punti di forza di questo laboratorio che più mi hanno sorpresa c'è il fatto che siamo stati xn da subito messi nelle condizioni di riyettere sul nostro futuro ruolo di docenti di sostegno. Siamo stati frequentemente sollecitati a pensare a diverse tematiche, a metterci nei panni degli altri e soprattutto a metterci in gioco. Anche l'approccio del docente è stato diverso e mi ha sorpresa. Ci siamo messi tutti sullo stesso livello e ci ha spinti al pensiero critico e alla riyessione. E' stato sicuramente un laboratorio molto stimolante. Non ho riscontrato nessun punto di debolezza. Complimenti!

Quanto a una riyessione a conclusione di tale laboratorio, devo confessare che è stato alquanto stimolante e mi ha permesso di mettermi in gioco. È stata una sxda personale ma preziosa, soprattutto per chi, come me, si ritrova alla sua prima esperienza come docente. Ho amato molto il lavorare in gruppo perché lo scambio di idee con colleghi, i quali insegnano da diversi anni, è stato molto costruttivo. In ogni attività svolta, è stato interessante il mettere al primo posto dei possibili alunni ai quali proporre l'attività perché, a volte, i docenti dimenticano chi sia realmente il destinatario della loro didattica e della loro progettazione. Detto ciò, ci tengo a ringraziarla per il lavoro svolto insieme.

Molto Formativo! un laboratorio che avevo sottovalutato ma alla fine si è rivelato soprattutto molto stimolante.

Questo laboratorio è stato una vera sorpresa: davvero molto interessante il modo con cui è stato condotto, all'insegna della creatività e dell'allegria.

Abbiamo concluso con grande soddisfazione il nostro percorso di lavoro di gruppo, culminato nell'emozionante rappresentazione di temi di valore sociale e culturale. Questa esperienza è stata molto importante e formativa. Ognuno di noi ha portato competenze uniche e prospettive personali, creando un ambiente collaborativo che ha arricchito il risultatoxnale. Ho avuto la possibilità di mettermi alla prova, superare la timidezza e immergermi in un processo creativo. La voglia di adattarmi e affrontare sxde ha reso la mia esperienza non solo produttiva ma anche gratixcante, permettendomi di crescere insieme agli altri.

Questo laboratorio è stato molto stimolante e accattivante, mai noioso! Le diverse attività hanno permesso di metterci in gioco sotto vari punti di vista, permettendoci di esplorare diverse dinamiche culturali da poter portare in classe...

Non avrei mai pensato di dover mettere in scena qualcosa, tutto ciò mi ha fatto pensare al mio passato da capo scout e a tutte le drammatizzazioni fatte per affrontare qualsiasi argomento. Difficilmente si pensa che la cosa possa essere fatta anche a scuola ma abbiamo dimostrato che non è così e che molti temi ostici possono essere affrontati in maniera non convenzionale. Mi dispiace non avere avuto più tempo per la stesura del copione e la cura di alcuni dettagli.

Il Laboratorio 4 di antropologia del Professore Gioia ci ha offerto l'opportunità di approfondire la comprensione di tematiche di attualità, cultura e società attraverso una didattica non nozionistica, ma interattiva e coinvolgente. Grazie alla sua capacità relazionale e al suo modo innovativo di interagire con la nostra classe, formata da gente adulta, è riuscito a farci svolgere delle attività che, almeno io, non pensavo di non poter realizzare. (Per esempio la drammatizzazione in classe). Questa esperienza mi mi ha lasciato la consapevolezza che non bisogna mai dire "non so fare qualcosa", perché con l'impegno e la voglia di fare si riesce a realizzare tutto.

Un percorso che mi ha consentito di sperimentare il lato creativo in campi a me sconosciuti o quasi e questo, devo dire che mi ha appassionato notevolmente. Per me è sempre emozionante potermi cimentare in qualcosa di nuovo nel campo della creatività ed essendo fermamente convinto che l'emozione sia il canale fondamentale per xssare dei ricordi indelebili, questa esperienza resterà per sempre con me.

Un laboratorio molto interessante e stimolante! Scettica all’inizio… ma poi mi sono ricreduta! Un xnale molto creativo in cui ci siamo cimentati in un’attività di drammatizzazione il cui risultato è stato sorprendente. Sono emerse belle tematiche da cui trarre spunti di riyessione e da cui partire per intraprendere attività interessanti con la classe. Grazie professore per aver dato una profonda restituzione ad ogni gruppo, facendo emergere con estrema chiarezza e attenzione le peculiarità di ogni attività fatta.

Questo laboratorio non è stato un semplice laboratorio, mi ha dato la possibilità di mettermi alla prova, di sperimentare la creatività, l'immaginazione, di farmi ragionare e capire come poter insegnare temi così fondamentali come quelli affrontati da ciascun gruppo nella rappresentazione teatrale. Ringrazio il Prof Gioia per averci fatto cogliere l'importanza dell'insegnamento, della collaborazione tra gli studenti, della xducia in sé stessi e delle proprie capacità.

Ho trovato questo laboratorio interessante, per come è stato svolto e per la varie proposte rappresentate dai gruppi.  

Partecipare a questo laboratorio è stata un'esperienza straordinaria, che va oltre le righe di un normale corso accademico. La rappresentazione teatrale è stata il momento culminante, un'opportunità per mettermi in gioco e di esplorare sfaccettature di me stessa che forse ignoravo o sottovalutavo. Vedere che la nostra rappresentazione è riuscita a commuovere tutti è stata un'esperienza toccante. Mi ha colpito il potere delle arti performative nel creare un rapporto empatico con i colleghi. Sono grata per questa opportunità di crescita personale e collettiva che rimarrà indelebile nella mia memoria universitaria. Ringrazio il professore Gioia per le emozioni che questo laboratorio mi ha regalato!

Il percorso è stato davvero interessante; abbiamo affrontato ogni lezione con entusiasmo grazie alle stimolanti proposte del professore. Si è trattato di un laboratorio unico, diverso dagli altri, in cui tutti ci siamo impegnati appieno, collaborando intensamente. Questa collaborazione è stata particolarmente evidente nella rappresentazione xnale, durante la quale abbiamo condiviso momenti di risate e persino di lacrime per commozione.Questo approccio ha reso l'esperienza più coesa e ha contribuito al successo complessivo del percorso. Personalmente, non cambierei nulla di questa esperienza; anzi, proporrei un simile tipo di lavoro ogni anno. Porterò per sempre nel cuore questa esperienza.

È stato il pomeriggio, e il laboratorio, più creativo, dinamico e divertente perché ci ha permesso di rappresentare e di affrontare con gli alunni delle tematiche importanti. Tematiche che solitamente sono affrontate con lezioni frontali o tematiche che non vengono per niente affrontate. Sono stati tutti degli attimi lavori, mi sono divertita non solo con il mio gruppo ma anche a vedere le realizzazioni degli altri colleghi. Ringrazio il professore Gioia per averci dato questa possibilità, senza limite alcuno.  

Fin dal primo incontro la scelta dell'approccio interattivo e creativo ha arricchito notevolmente la mia esperienza. Attraverso produzione di lavori di gruppo e la messa in scena di tematiche importanti ho amalgamato creatività e partecipazione attiva, rendendo il processo di apprendimento più dinamico e signixcativo. Diventare un docente di sostegno richiede conoscenza della materia che si insegna ma soprattutto la capacità di trasmetterla in modo chiaro e coinvolgente.  

Il laboratorio 4 "antropologico culturale" è stato un viaggio appassionante e illuminante nell'esplorazione delle dinamiche culturali umane. Uno dei punti di forza è stata l'approfondita analisi di diverse prospettive culturali, che ha ampliato la mia comprensione del mondo e delle molteplici inyuenze che plasmano le società.  

Il lab 4 è stata un'esperienza che mi ha notevolmente arricchito dal punto di vista dell’esperienza didattica a carattere antropologico-culturale. Ho apprezzato particolarmente la profondità delle analisi culturali e sociali affrontate durante il percorso. Gli approcci interdisciplinari utilizzati hanno contribuito a una comprensione più completa delle potenzialità didattiche, permettendomi di collegare teoria e pratica in modo signixcativo. Inoltre, l'interazione costante con il gruppo ha favorito una prospettiva più inclusiva e aperta al confronto. Un grazie al prof. Gioia che ha saputo intrattenere con competenza e capacità espressiva il laboratorio, coinvolgendo tutti i discenti.

Il laboratorio si è rivelato positivo in quanto ci ha fornito degli spunti pratici.  

Secondo me la narrazione è lo strumento cardine per la crescita di ogni individuo e in questo laboratorio ho potuto sperimentare quanto sia cruciale lo strumento della drammatizzazione per trasmettere diversi contenuti educativi in maniera incisiva, simbolica, riyessiva e originale. Farò tesoro di questa esperienza che ha permesso di mettermi in gioco e sicuramente progetterò insieme ai colleghi attività teatrali per i ragazzi rendendoli protagonisti del proprio percorso di apprendimento. Grazie prof. Gioia!

Il laboratorio 4 è stato un’esperienza magica. All’inizio mi sono sentita spaesata quando il prof ha detto: dovete recitare! Forse quando si insegna a volte ci si dimentica cosa vuol dire stare dall’altra parte. Forse perché si cresce.. e quindi stare dall’altra parte è stata un’esperienza unica! Diventente, emozionante… la scuola che manca oggi nelle nostre aule. La scuola che vede i docenti felici di insegnare!!! Ridere insieme agli altri colleghi mi ha fatto riyettere sul fatto che c’è troppa competizione a scuola e poca collaborazione. E spero che noi tiefxni ottavo ciclo possiamo portare quelle risate e questa voglia di metterci in gioco a partire già da settembre! Il prof elegantemente ci ha lasciato qualcosa che vale più di tutti i laboratori fatti finora: LA VOGLIA DI INSEGNARE CON IL SORRISO!

Il laboratorio 4 ha suscitato in me emozioni positive. L'approccio iniziale, il mettersi alla prova con la scrittura di un copione, di una scena teatrale è sembrata un'attività molto complicata, ma con il mio gruppo abbiamo subito colto l'occasione di mostrare la nostra creatività senza vincoli legati alla creazione di una vera è propria Uda. Tutte le rappresentazioni dei colleghi mi hanno coinvolto e mi hanno dato spunti per la mia vita lavorativa. La creazione di queste scene ha rafforzato anche i nostri rapporti umani come intera classe. Quello che mi rimane è l'aver trovato un docente che crede nelle potenzialità di tutti i suoi futuri colleghi.

Questo laboratorio si è rivelato estremamente utile nel sottolineare l'importanza di variare la didattica. Ha evidenziato come ormai sia diventato necessario dire addio alla tradizionale lezione frontale per abbracciare un approccio molto più dinamico e coinvolgente. L'esplorazione di diversi strumenti educativi ha messo in luce le potenzialità della drammatizzazione che si è rivelata capace di veicolare contenuti diversificati ma tutti efficaci per le tematiche sociali trattate. Quest'esperienza ha ampliato la consapevolezza sull'importanza di investire maggiormente sulla creatività per educare gli studenti ad essere liberi di esplorare e di osare durante il proprio processo di apprendimento.

Il laboratorio mi ha dato la possibilità di rappresentare in gruppo un evento tragico come è stato la violenza dell'atto mafioso della strage di Capaci e mi ha anche resa partecipe di tanti altri laboratori interessanti.

Ho trovato questo laboratorio molto interessante e dinamico nella sua organizzazione. Infatti l'idea di produrre ad ogni incontro un prodotto specixco, e diverso, mi ha dato la possibilità di spaziare e affrontare differenti tematiche, di sperimentare nuovi approcci lavorativi e metodologici. Il professore è stato in grado di tenere alto l'interesse, motivando in maniera sempre nuova lo scopo delle attività proposta.

Il laboratorio 4 è stato il laboratorio più interessante dal punto di vista creativo e didattico. Finalmente un laboratorio che ci ha permesso di esprimere il nostro lato creativo per scopi didattici che tornano sempre utile anche a scuola!! Il laboratorio ha permesso a molti di noi anche di conoscere e sperimentare delle abilità che non sapevamo di avere perché mai messi alla prova. Complimenti a noi e al professore che ci ha permesso di farlo!! Spero continui così per i prossimi cicli!!

Il laboratorio di antropologia è stata una vera esperienza creativa, in cui è stato possibile sperimentare un modo diverso di fare didattica. E' stato come vivere un viaggio unico alla scoperta di diverse sfumature culturali e sociali, un ponte di collegamento tra diverse realtà, dando vita a nuove prospettive sul modo di affrontare la didattica. Fondamentale è stato mettersi in gioco e scoprire un "laboratorio del fare" che, oltre a permettere la diffusione di contenuti, rappresenta un modo per creare un ambiente di apprendimento inclusivo.

Il laboratorio di antropologia con rappresentazioni teatrali offre un'esperienza di apprendimento unica che va oltre le metodologie tradizionali. La combinazione di teoria antropologica e performance teatrale crea un ambiente coinvolgente e stimolante per noi futuri professori.

Tra i laboratori svolti, xno ad ora questo è stato l'unico che mi abbia convinta, per il fatto di essere stato pensato e strutturato in tutti i suoi passaggi con un'idea forte dietro, e per la voglia autentica del docente di lavorare e di metterci al centro delle attività, rendendoci (letteralmente) attori del processo di apprendimento. Al contrario degli altri laboratori, siamo stati coordinati durante ogni lezione, con consegne di volta in volta nuove, senza inxniti tempi morti, e abbiamo avuto direttive chiare. Il clima dell'aula è stato molto positivo e queste lezioni ci hanno dato modo di conoscerci meglio. La sola cosa che non ho gradito è stata fare lezione nei giorni di festività tra natale e capodanno, che avrebbero dovuto essere anche per noi di doveroso riposo.



© Gianfranco Gioia, 2007-2023, tutti i diritti riservati. Il materiale contenuto nel presente sito (testi, immagini, audio) è protetto dalla Legge sul Diritto d’Autore ed è © copyright dei rispettivi aventi diritto. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione - anche parziale - e qualsiasi utilizzazione non espressamente autorizzata per iscritto. È consentita la sola visione a scopo personale.

© Gianfranco Gioia, 2007-2023, all rights reserved. The material contained in this website (text, images, audio) is protected by Copyright and it is copyright © of the respective owners. Reproduction, distribution - even partial - and any use not expressly authorized is prohibited. It is allowed the personal vision.
Last update: 26/02/2024
Privacy Policy
Torna ai contenuti