Recensione Yamaha YDS 120

Vai ai contenuti

Recensione Yamaha YDS 120

Gianfranco Gioia
Pubblicato in News · 13 Febbraio 2024
A seguito dell'acquisto di un sax digitale Yamaha YDS 120, desidero fornire alcune impressioni su tale strumento anche utili per chi volesse apporcciarsi all'acquisto.

Sgombriamo il campo da un dubbio: pur mantenendo le diteggiature esattamente analoghe a quelle dei sassofoni acustici per mezzo di una tastiera e di un sistema di chiavi del tutto analoghi a quelli reali, la mancanza di una imboccatura ad ancia, con anessa totale differenza di emissione e articolazione, fa sì che non lo si possa minimamente assimilare ad un vero sassofono. Ma del resto è pur sempre uno strumento digitale, utile a far musica anche senza disturbare.

Particolarmente indicato lo trovo per l'esercizio di brani che prevedano il playalong. Essendo dotato di un ingresso aux in, la traccia del playalong perfettamente si mescola al suono digitale della esecuzione live. Piuttosto modesta appare la qualità del suono generato dai due diffusori (uno in alto, l'altro nella campana) interni allo strumento, ma attraverso l'uscita cuffie è maggiormente apprezzabile il risultato acustico riprodotto per mezzo di cuffie o diffusori esterni.

Una pecca è l'assenza di connessione Bluethoot che comporta pertanto il mantenimento di almeno due cavi jack collegati allo strumento (entrata e uscita), cosa che rende abbastanza limitati i movimenti dell'esecutore. Un terzo cavo (micro USB) si rende necessario per l'alimentazione dello strumento poiché impensabile appare il suo utilizzo con batterie AAA la cui durata si limita a poche ore di utilizzo.

Il corredo di suoni, sebbene campionati, sicuramente identificano e rendono riconoscibile lo strumento come elettronico e distante al suono acustico del sassofono che può essere maggiormente modulato in base allo stile o al brano, ma alcuni sono abbastanza fedeli e comunque gradevoli ed efficaci per taluni stili musicali. Buona la risposta dinamica dell'emissione e la rapidità della risposta dei tasti anche in passaggi veloci. Tra l'altro questi ed altri parametri possono essere settati attraverso diversificate funzioni di setup dello strumento, che tuttavia già risponde bene, rispetto a questi due citati elementi, mantenendo le impostazioni di fabbrica.

Il peso è contenuto tale che è possibile suonarlo senza tracolla il cui uso, tuttavia per sessioni di studio prolungate, resta consigliata.

Attraverso la app dedicata, disponibile per sistemi Ios e Android, ma non per PC, è inoltre possibile settare le combinazioni di tasti per i sovracuti ed altri parametri come alcuni timbri aggiuntivi.

In sintesi

pro
  • Prezzo contenuto anche rispetto al suo predecessore lo YDS 150
  • Grande varietà di timbri tra i quali sarà possibile individuare i propri preferiti
  • Leggerezza e versatilità
  • Ottima risposta e precisione della tastiera anche in passagggi veloci
  • possibilità di settaggi avanzati

contro

  • Assenza di connessione Bluethoot (presente nello yds 150)
  • Mancanza di una custodia di trasporto (idem)
  • Mancanza di una batteria interna ricaricabile
  • Mancata versione per PC della app di controllo e gestione
  • Modesta la qualità degli altoparlanti interni

Corredo necessario (non incluso)
  • due cavi jack (uno per eventuale ingresso e uno in uscita)
  • Un cavo micro USB per l'alimentazione
  • tracolla
  • Custodia, borsa o sacca per eventuale trasporto dello strumento




© Gianfranco Gioia, 2007-2024, tutti i diritti riservati. Il materiale contenuto nel presente sito (testi, immagini, audio) è protetto dalla Legge sul Diritto d’Autore ed è © copyright dei rispettivi aventi diritto. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione - anche parziale - e qualsiasi utilizzazione non espressamente autorizzata per iscritto. È consentita la sola visione a scopo personale.

© Gianfranco Gioia, 2007-2024, all rights reserved. The material contained in this website (text, images, audio) is protected by Copyright and it is copyright © of the respective owners. Reproduction, distribution - even partial - and any use not expressly authorized is prohibited. It is allowed the personal vision.
Last update: 01/06/2024
Privacy Policy
Torna ai contenuti